Stampa

News in libreria

Scritto da Administrator. Postato in Non categorizzato

LUCA MASSACCI con la collaborazione di DANIELE GUGLIELMI presentano:
ITALIAN ARMOURED VEHICLES 1940 1943: A PICTORIAL HISTORY

copertinalibro

ROADRUNNER978-88-6261-346-0I veicoli corazzati italiani 1940 - 1943:
COLLANA > ROADRUNNER PAGINE > 160 fORMATO > 21 x 29,7 LEGATURA > CARTONATA CON SOVRACOPERTINA
SAGGI >>> www.mattioLi1885.com
Isbn > 978-88-6261-346-0 PREZZO > 35,00 EURO

GLI AUTORI
Luca Massacci, nato a Roma nel 1975, laureato in Giurisprudenza. Modellista
incallito, appassionato soprattutto di mezzi militari italiani della
seconda guerra mondiale, da lungo tempo raccoglie documenti e fotografie
dÕepoca. Collabora con varie riviste del settore e nel corso degli anni ha pubblicato
alcuni articoli relativi alla costruzione e colorazione dei suoi lavori.
Con questo libro Luca desidera presentare ai lettori una selezione di fotografie
tratte dalla sua collezione, che comprende materiale inedito.

Daniele Guglielmi, nato a Firenze nel 1959, ha dato alle stampe numerosi
libri. é il caso di ricordare i suoi 26. Panzer-Division Ð Campagna dÕItalia
1943-1945; Panzer in Italy Ð La Wehrmacht nella campagna dÕItalia
attraverso i documenti alleati e tedeschi; Veicoli corazzati italiani impiegati
dalle unitˆ militari tedesche 1943-1945; La campagna dÕItalia vista dai
tedeschi 1943-1945; Primavera 1945 sul fronte italiano: atlante dei 25
giorni dallÕAppennino al fiume Po, questi tre ultimi pubblicati dalla Mattioli
1885, oltre ad alcune monografie dedicate a veicoli militari italiani ed
esteri e a tre cartine militari commentate. é membro o responsabile di associazioni
modellistiche e di ricerca storica e collabora con scrittori, istituzioni
e aziende internazionali.

militari. Da quel momento, lo sviluppo dei veicoli armati non conobbe
interruzioni, anche se fu lento e non sempre portò a buoni risultati.
Dopo l'ingresso in guerra nel 1940 l'Italia tentò di riguadagnare il
terreno perduto nei confronti dei paesi pi industrializzati, non riuscendo
tuttavia a raggiungere gli standard qualitativi e specialmente
quantitativi di alleati e avversari. L'armistizio dell'8 settembre 1943
con le forze angloamericane interruppe bruscamente lo sviluppo dei
mezzi corazzati e da combattimento, anche se la produzione continuò
a favore delle truppe tedesche.

Il libro presenta una ricca galleria di immagini, in parte inedite,
che permettono di presentare una panoramica relativa ai veicoli corazzati
italiani impiegati tra i preparativi per l'entrata in guerra e la
proclamazione dell'armistizio l'8 settembre 1943, quando il secondo
conflitto mondiale era ancora in pieno svolgimento.

Le didascalie che accompagnano le fotografie sono quelle originali
oppure il risultato di ricerche e verifiche; possono fornire informazioni
utili a vari generi di lettori, dal semplice curioso o appassionato
di storia al modellista, dal cultore di wargame al ricercatore storico
più impegnato.

 

Stampa

Panzerkampfwagen B-2 740 (f)

Scritto da Roberto. Postato in HSSworkbench by t-roby

a

Dopo la sconfitta della Francia, 161 Char B1 furono catturati dai tedeschi. Questi furono inseriti nell'organico delle truppe tedesche con la denominazione di Panzerkampfwagen B-2 740 (f). Il carro non si prestava molto ad essere inserito all'interno delle unità panzer tedeschi, per via della torretta monoposto; perciò furono utilizzati perlopiù come carri di seconda linea, d'addestramento, oppure in versioni modificate

 

 

Stampa

MAZ 537

Scritto da luca. Postato in HSSworkbench by ariete

Sono sempre stato appassionato di mezzi ruotati, e questo ne ha addirittura 18 (comprese le due di scorta).   06Per cui appena uscito il kit Trumpeter non ho perso tempo a comprarlo. Purtroppo però è rimasto nella scatola per molto tempo , fino a quando, navigando su internet, ho trovato una foto che mi ha ispirato, un mezzo in Afghanistan, con livrea giallo sabbia.

 

 

 

Stampa

E-100

Scritto da Roberto. Postato in HSSworkbench by t-roby

Ecco il WIP del prototipo del carro armato tedesco E100. Lo scafo inferiore è stato realmente trovato dagli alleati a Haustenbeck vicino Paderborn completo di cingoli, motore e parafanghi laterali. La torretta e il cannone è ripreso da un idea del modellista M. Rinaldi. Si può dunque dire che il carro è reale...al 50%!!  

L'E-100 fu uno dei veicoli più pesanti pronto per la produzione di massa. Il carro fu pensato nel tardo 1944 come arma cardine delle divisioni panzer negli anni a venire e fu sviluppato dalla Adler. Tuttavia si scontrò con il Panzer VIII Maus della Porsche, il quale gli fu preferito nonostante con le sue 188 t fosse più pesante. Il tempo e lo sforzo produttivo, dall'altro canto, in particolare, l'approvvigionamento delle materie prime e la grande quantità di denaro che sarebbe stato utilizzato per la progettazione e l'eventuale produzione di entrambi i veicoli, Maus ed E-100 era meglio spenderlo altrove.

 

Stampa

Breda 52

Scritto da marder. Postato in HSSworkbench by marder

Un progetto di autocostruzione che porto ormai avanti da 13(!!) anni...07

Ora il camion è praticamente finito ma il 90/53 è da iniziare...manca però l'ispirazione...

prima o poi lo finirò promesso!